Make your own free website on Tripod.com

 

I               I TERREMOTI

                                  IN CALABRIA

                                                            E COME SOPRAVVIVERE

HOME

I TERREMOTI DEL PASSATO

QUANDO, IL PROSSIMO?

COME PREPARARSI

LETTERA AI CALABRESI

LETTERA AI LEADERS DELLA CALABRIA

IL VULCANO MARSILI

L'IMMEDIATO E L'IMPORTANTE

GUESTBOOK

Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo) Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo) Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo) Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo) Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo) Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo) Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo)

 

COSA FARE IN CASO DI TERREMOTI

(Protezione Civile della Calabria)

 

DURANTE IL TERREMOTO

Nel caso di un evento sismico è importante soprattutto mantenere la calma;  spesso il panico ha provocato vittime.

 

   Cosa fare, se si è in casa


  
  - ripararsi sotto archi, architravi, strutture portanti in cemento armato, tavoli, letti o raggiungendo gli angoli della  

       stanza verso i muri maestri dell'edificio.


     - non usare le scale, queste infatti sono molto fragili e potrebbero crollare da un momento all'altro.
 

     - non usare gli ascensori, si possono bloccare per la deformazione delle guide o per mancanza di energia elettrica,

       o addirittura precipitare.


     - allontanarsi dalle parti pensili della casa, come balconi, da pareti divisorie, mensole, scale, finestre, porte e vetri 

      (per il pericolo che questi si rompano), mobili pensili, scaffalature, lampadari, impianti elettrici volanti da cui si

      possono ricevere scariche elettriche o che possono originare incendi.

 

   Cosa fare, se si è all'aperto


     
- allontanarsi da costruzioni, muri di recinzione, cancellate, alberi, linee elettriche, telefoniche, portandosi 

        al centro  della strada e raggiungere possibilmente luoghi aperti (giardini, piazze, parchi etc.;
 

       - non sostate lungo i muri delle case per evitare di essere colpiti dalla caduta di tegole, cornicioni o

         camini;
 

      - allontanarsi dalla riva del mare per il pericolo che, in tempi più o meno ravvicinati, si possano avere

        maremoti.

 

   Cosa fare, se si è alla guida di un veicolo


   
  - fermarsi appena possibile in zone aperte, lontano da ponti, cavalcavia, viadotti, sottopassaggi da ripide

         scarpate, da cui si possono staccare smottamenti di terreno e frane, e rimanere a bordo.


 

                           DOPO IL TERREMOTO

   Appena terminato l'evento sismico


     
- verificare se nelle vicinanze ci sono persone ferite che hanno bisogno di soccorso;
 

      - cercare di tamponare eventuali fuoriuscite di sangue premendo sulla zona ferita ed a monte di essa;
 

      - non spostare persone gravemente colpite, a meno che non vi siano pericoli incombenti di crolli che

        possano aggravare le loro condizioni;
 

      - in caso di persone che manifestano segni di soffocamento, effettuare la respirazione bocca a bocca;
 

      - cercare di tamponare la fuoriuscita di sangue, premendo sulla zona ferita ed a monte di essa;
 

      - mantenere sempre la calma ed essere rassicuranti.


   Successivamente


     
- controllare se vi sono pericoli incombenti di crolli ed eventualmente aiutare le persone in difficoltà a

        spostarsi verso aree aperte;


      - controllare se vi sono danni agli impianti ed alle apparecchiature d'uso domestico. In caso di guasto

        all'impianto elettrico, staccare immediatamente la corrente;


      - controllare immediatamente l'impianto del gas: se vi sono perdite chiudere immediatamente il rubinetto

       di arresto;


     - all'aperto non accostarsi a linee elettriche crollate e ad oggetti ad esse vicine;


     - non usare telefoni privati se non per gravi motivi di necessità (motivi di salute, incendi, delitti ecc) per

       non sovraccaricare le linee;


    
- tenersi aggiornati con le informazioni diffuse da radio e TV;


     - non andare verso le aree più colpite dal terremoto per evitare pericoli a se stessi e intralcio agli altri;


     - collaborare per tenere accuratamente libere le strade per i soccorsi; evitare quindi di mettersi in

       movimento con automezzi privati se non per gravi ed urgenti motivi;


     - collaborare, se si è in grado, ai soccorsi;


     - prepararsi alle eventuali scosse di replica: esse saranno in genere d'intensità minore della scossa

       principale; potranno verificarsi anche per mesi ed arrecare ulteriori danni.

 

 

PROTEZIONE CIVILE DELL'USA (FEMA)

 http://www.fema.gov/hazard/earthquake/eq_before.shtm

 

SEI MODI PER PIANIFICARE IN ANTICIPO

        1.  Cercate cio` che potrebbero essere pericoli dentro la vostra dimora

    -  Fissate scaffali ai muri

     -  Mettete oggetti pesanti nelle parti basse degli scaffali

     -   Mettete oggetti frangibili dentro armadi chiusi con i fermi

      -  Appendete oggetti pesanti, come ingrandimenti e specchi, lontani da letti, divani, e ovunque ci si possa 

         sedere.

      -  Mettere materiale fiammabile nelle parti basse di contenitori chiusi.

      2.  Identificate posti sicuri dentro e fuori della vostra casa

       3.  State lontani da vetri frangibili come finestre, specchi, ingrandimenti, oppure lontani da

        scaffali pesanti o altri mobili pesanti che possono tombarvi adosso.

      4.  All'aperto, allontanatevi da palazzi, alberi, pali telefonici ed elettrici, ponti, oppure

          autostrade elevate.

      5.  Chiudete il gas metano e la corrente elettrica.

      6.  Fornitevi di oggetti essenziali di emergenza.

                   -   Lampadina tascabile con batterie extra.

                   -  Radio portatile con batterie extra.

                   -  Una cassetta di pronto soccorso.

                   -  Cibo e acqua di emergenza.

                   -  Un apriscatola non-electrico.

                   -  Medicine essenziali.

                   -  Moneta e carte di credito.

                   -  Scarpe robuste.

 

COSA FARE DURANTE UN TERREMOTO

http://www.fema.gov/hazard/earthquake/eq_during.shtm

     Se dentro casa

               -  Mettetevi sotto un tavolo o una scrivania robusta. Oppure copritevi la testa con le braccia e 

                  state accovacciati in un angolo della stanza.

              -  State lontani da qualsiasi cosa che potrebbe cadervi addosso.

              -  Se siete a letto durante un terremoto, proteggete la testa con un cuscino. Spostatevi se siete vicini a   

                 qualcosa di pesante che potrebbero cadervi addosso.

      Se fuori casa

           - State fuori.

              -  Allontanatevi da pali e fili di corrente e da alberi.

              -  Non avvicinatevi a muri di nessun genere.

              -  La maggior parte di mortalita` e di feriti avvengono a causa di muri che crollano, vetri, ed oggetti che

                 cadono.

      Se dentro un veicolo

      -  Fermatevi al piu` presto possibile e state dentro il veicolo. Se possibile non fermatevi vicini ad 

           edifici, alberi, sotto ponti, e pali e fili elettrici.

        -   Dopo il terremoto tenete in mente che strade ponti ecc. davanti a voi potrebbero essere danneggiati o 

              pericolosi.

      Se siete intrappolati sotto qualcosa

                 -  Non create polvere.

                 -  Copritevi la bocca con qualcosa.

                 -  Gridare soltanto se necessario, perche` il gridare puo` causare la inalazione di polvere pericolosa.

 

COSA FARE DURANTE I TERREMOTI (CALIFORNIA)

http://www.consrv.ca.gov/index/Earthquakes/Pages/qh_earthquakes_what.aspx

 

    Come prepararsi

     -  L'elettricita',  il gas ed i telefoni potrebbero essere non  funzionanti dopo un terremoto. La polizia ed i   

        pompieri potrebbero essere troppo occupati. Dovreste essere pronti a cavarvela da soli per almeno tre giorni,

        preferibilmente una settimana.

     -  In tali casi si avra` necessita` di cibo e di acqua, una cassetta di pronto soccorso, un estintore, una lampadina

        tascabile, radio portatile con batterie extra, coperte, vestiti, scarpe, e danaro; medicine, cibo per i neonati, ed

        un modo di cucinate alternativo.

     -  Decidete in anticipo dove i vostri familiari si riuniranno, se separati durante un terremoto.

     -  Assicuratevi che  mobili alti siano fissati al muro.

     -  Mettete oggetti pesanti nelle parti basse degli scaffali.

 

Durante un terremoto

   -  Gli avvertimenti offerti dall stato californianiano sono gli stessi dati dalla FEMA Americana, eccetto che

       aggiungono di allontanarsi dal mare al piu` presto per la possibilita` di tsunami.

   -  Se siete in un luogo pubblico, non andate in panico e non correte perso l'uscita. (Potreste essere

       calpestati se cadrete per terra.) State in giu` e copritevi la testa con le braccia.

 

Dopo un terremoto

    -  Gli avvertimenti sono gli stessi della FEMA,  ma aggiungono di stare lontani da edifici, perche` dei

       muri o camini potrebbero ancora crollare.

    -  Ricordate che altri terremoti potrebbero ancora seguire.

 

 

HOME