Make your own free website on Tripod.com
   
PRIMA PAGINA / Storia / Foto / Renoir / Madonna / San Rocco / Toronto / Australia / Ricordi / Proverbi / Guestbook
HOME / History /  Photos  / Renoir / Madonna / Saint Rocco / Toronto / Australia / Memory Lane / Proverbs / Guestbook
 
 

 

PINO TINO

Pino e` un  poeta capistranese le cui poesie esprimono l'angoscia che accompagna la prematura perdita di una madre.


 

LA NATURA

Sulle montagne si scioglie la neve

Gli alberi stanno per sbocciare

E quanti fiori sono sui balconi

Mentre sto annaffiando i fiori

Prendo una rosa

La guardo, mamma

E ti vengo a trovare

Ma nella foto e nei sogni

To posso vedere e guardare

E i ricordi possiamo rivangare

ma con la mamma

non ci possiamo piu` incontrare

Ma la vita pensavo che era come i fiori

Che prima appassiscono

E poi prendono i colori.

Ma tu mamma

Sei sempre nel mio cuore

 

LA RONDINE

La rondine vola sul mare

I giorni passano

E a te mamma

Non ti posso mai dimenticare

Quel giorno che te ne sei andata

Un pezzo del mio cuore ti sei portata

E non si e` mai cicatrizzato.

 

LA ROSA

Mamma, la pianta che tu hai piantato

Ha fatto i fiori

Ma tu mamma te ne sei andata

E da noi non sei piu` passata

Per vedere la pianta

Che e` stata curata

Quella che avevi piantato vicino a casa

O mamma mia adorata

 

 

LE STELLE

La sera mi metto a contare le stelle

E mentre conto le stelle appare Maria

E quella donna

era mamma mia

  

 

IL VOLTO

Ho visto dei cavalli

Trainare una carrozza

E sopra quella carrozza

Ho visto il tuo viso

Era mamma con un bel sorriso.

 

 

IL MESE DI NOVEMBRE

Ci ricordiamo i nostri cari defunti

Il cimitero si illumina di piante e di fiori

E quanta gente con i fiori

Per trovare i genitori.

Ch entra e chi esce per visitare

Ma nel cimitero ci si va a pregare

E` un luogo sacro per riposare

Si spezza il cuore e non puo` parlare

E ne risanare.

 

 

LA NATURA

E` arrivato l’autunno

E le foglie degli alberi stanno per cadere

E i tetti delle case sono

Tutti imbiancati di neve

E sulle montagne

Strade gelate

Foglie secche

Rami spezzati

 

 

RICORDI DELLA MAMMA

O mia dolce mamma

Hai colpito i nostri cuori

Tramite una brutta malattia

E subito te ne sei andata via

Lasciandoci nei cuore i ricordi impianti

E pensavamo non se ne va

Non diventa realta`

Ma quella brutta malattia

ti ha perseguitata

e a tredici giorni te ne sei andata

E alla nostra casa non sei piu` ritornata

Oh mamma mia adorata


ALTRE POESIE

La Cantina

Mi sono messo a pulire una vecchia cantina

 E in quella vecchia cantina c'era un vecchio libro

 E in quel vecchio libroparlava della nostra gioventu`

 E i giorni passano

E noi invecchiamo

E i nostri figli ci adorano

Per le cose belle che gl' insegniamo

 

 

 

 
     
 

  HOME / PRIMA PAGINA