Make your own free website on Tripod.com
 

I           I TERREMOTI IN CALABRIA

                                           E COME SOPRAVVIVERE

HOME

I TERREMOTI DEL PASSATO

QUANDO, IL PROSSIMO?

COME PREPARARSI

LETTERA AI CALABRESI

LETTERA AI LEADERS DELLA CALABRIA

IL VULCANO MARSILI

L'IMMEDIATO E L'IMPORTANTE

GUESTBOOK

Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo) Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo) Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo) Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo) Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo) Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo) Chi non impara dalla storia tende a ripetere gli stessi errori (G. Santayana, filosofo)

 
 

LETTERA AI LEADERS DELLA CALABRIA

Gentilissimi Leaders della Regione Calabria, delle sue Province e dei suoi Comuni,

Questo e` un messaggio sobrio, pesante ma di importanza vitale per Voi che siete responsabili per la protezione ed il benessere civile dei nostri corregionali.

E` da due anni che studio assiduamente la storia dei terremoti nella nostra amata Calabria. Purtroppo, questo studio approfondito e` stato sia illuminante che allarmante. Se dalla storia abbiamo molto da imparare, e ben che si presti abbondante attenzione a cio` che c’insegna riguardo i terremoti nella nostra storicamente travagliata Regione.

Il sito della Protezione Civile della Calabria ci ricorda che anche se negli ultimi decenni i forti terremoti in Calabria sono stati assenti, la possibilita` che essi facciano una drammatica e tragica ricomparsa e` molta alta. Ecco perche` essi ci ricordano che la nostra Regione e` in pericolo di forti terremoti piu`di qualsiasi altra Regione d’Italia.

La realta` storica elencata nella sezione, “Terremoti in Calabria” di questo sito evidenzia delle realta` piuttosto preoccupanti:

1.  I terremoti in Calabria possono essere “fortissimi”.

2.  Essi tendono a colpire tutta la regione calabra, oppure “vaste” zone della regione.

3.  Essi tendono a colpire maggiormente durante i mesi freddi e piovosi.

4.  I piu` forti tendono a colpire le tre zone della Calabria alla media ogni 65 anni circa. (Il Cosentino, il Crotonese ed il Basso Ionio sono stati colpiti un po` piu` frequentemente). Gli ultimi piu` forti e piu` estesi sono accaduti nel 1905, 1908 ed il 1947.

Il tutto indica che la possibilta` di forti terremoti nel vicino futuro e` molto alta e che e` venuto il tempo per valutare la preparazione della Calabria riguardante “forti” sismi, per poi procedere a colmare le lacune che esistono, per far fronte alla loro eventualita` con relativo successo.

E` facile credere che in caso di forti terremoti la Protezione Civile sia capace ad intevenire per aiutare i centri colpiti. Analizzando attentamente i fatti storici, se si dovessero ripetere dei periodi tragici come nei secoli passati, "l'altissima" intensita` delle scosse e la “vasta” estensione di esse renderebbe l’intervento immediato dello Stato molto arduo ed in molti casi impossibile.

Questo, secondo me, ci porta a concludere che ogni Comune deve accettare la responsibilta` di prepararsi per l’eventuale possibilita` che in caso di disastrosi ed estesi terremoti la Protezione Civile possa tardare a portare aiuto per pochi o “diversi” giorni e che, anche se dovesse riuscire ad intervenire, l’aiuto che potrebbe offrire ad ogni Comune sarebbe piuttosto “limitato” ed “insufficiente”.

Inoltre, siccome storicamente i sismi piu` forti tendono a colpire la nostra Calabria nei mesi freddi e piovosi, e siccome in alcuni casi i terremoti hanno continuato il loro lavoro distruttivo per settimane o mesi, (come evidenzia il periodo sismico del 1783), bisogna dar considerazione al fatto che possa sorgere immediatamente il bisogno di dimore sicure e di cibo base per un periodo "prolungato", per un  numero notevole di persone.

Gentilissimi Leaders della nostra Calabria, io spero che questa lettera renda vivida la realta` del possible pericolo sismico nel prossimo futuro in tutta la Calabria e che essa crei in Voi una sobria riflessione sul soggetto, seguita da una valutazione del livello di preparazione in ogni centro ed, infine, che il tutto porti ad una risposta immediata per colmare le lacune che possano ancora esistere.

Il vostro fratello calabrese,

Prof. Michele Caputo

Toronto, Canada

 

 

HOME

 

 

 

eXTReMe Tracker